mercoledì 2 novembre 2011

Trick or treat?

Dolcetto o scherzetto? Chiedilo alla vita. 
Un altro Halloween è andato via. Non ho ben capito cosa diavolo ci faccia una festa del genere nel nostro calendario, tantomeno cosa significhi o cosa si festeggi, ma ben venga il pretesto di farsi quattro sane risate, vedersi con gli amici e passare una serata "diversa".
Chissà cosa chiede il diabetico... Scherzetto... o... dolcetto no... non posso... poi sale la glicemia... facciamo scherzetto e basta...
E Halloween, Halloween che porta quest'anno? Che mi porta quest'anno?
Porta streghe, fantasmi, mostri, paure, zucche vuote e tanto buio. Tutto nel nome e nello spirito della festa del demonio. Il demonio chiamato crisi.
Sto cazzo di demonio, il satana del debito pubblico, dei licenziamenti e dello spread (che non ho ancora capito cosa sia, ma per ripeterlo continuamente deve proprio essere qualcosa di grave). Ed è strano che se si alzi non vada bene. Di solito le cose che si alzano vanno bene, soprattutto alle donne, ma questo più si alza e più crea casini. Lo spread...
Ma è Halloween, ci si veste a tema, fioccano Frankenstein e Jack squartatori, fattucchiere e maghi di Oz, travestiti da politici, banchieri e governatori.
E per la prima volta tolgono la maschera e indossano quella che realmente gli appartiene, schifosa, viscida, mostruosa, quella che incute timore soprattutto quando tenta di rassicurarti:
"I rifiuti a Napoli spariranno in 3 giorni".
"Ventotto milioni e 622 mila italiani pagano meno tasse".
"Stiamo lavorando alla riduzione delle tasse".
"Non metteremo le mani nelle tasche degli italiani".
Ed è proprio in quel momento, continuamente, che realizzi che il peggio deve ancora venire.
E le visioni le ho anch'io, che credi. Spiriti spiritati, anime, angeli e demoni. Spettri, quelli figli di un futuro incerto, il mio futuro incerto, la paura di non combinare nulla, streghe e fattucchiere tanto magiche quanto puttane capaci di moltiplicare peni e pesci con il potere persuasivo delle proprie tette. Il delirio.
Vampiri in giacca e cravatta, travestiti da gente perbene e col sorriso dai canini ben affilati, succhiano denaro tramite truffe legalizzate che ci si ostina a definire banche, sia centrali che decentrate, europee o non, conti arancio o San Paolo, anche Cristo si indebita.
Draghi che guidano le BCE sputano sentenze di fuoco e lasciano col fiato sospeso coloro che non sono ancora stati bruciati dal loro alito incandescente. Ma la temperatura sale e il puzzo della carne arsa viva di figli e famiglie si diffonde nell'aria. Debiti. Usura.
Orchi spaventosi, denti gialli e bava alla bocca, stroncano sul nascere ogni speranza di successo, posti fissi, stipendi, tempi indeterminati, contratti. L'uomo nero lavora in nero.
Zombie, non morti morsi, decapitati, mutilati, sanguinanti, feriti dalla legge continuano a vivere, nonostante i reati. E come cazzo speri di ammazzarli? Cos'altro ci vuole per toglierseli dal mezzo? Niente, continuano a vagare, percependo stipendi e vitalizi.
Zucche vuote che non c'è bisogno di svuotare, un lanternino dentro non può starci. Quale lume della ragione vuoi che conoscano questi maledetti cospiratori nell'ombra?
Nel frattempo arriva pure il giorno della commemorazione dei defunti. Ma ai vivi chi ci pensa?

Trick or treat? TRICK OR TREAT!?!?!? EH!??!!?!? TRICK OR TREAT!?!?!??!?!?!

7 commenti:

Artemisia1984 ha detto...

Lo spread può essere usati in più campi, in campo bancario è il differenziale di tasso tra tassi attivi e passivi. Esempio: se tu depositi ti danno un interesse misero , buttiamola sul 2% ma nemmeno...è come se prestassi dei soldi alla banca.
Se sei tu a chiedere un prestito, ti spennano, per essere buona ...diciamo un 6%.
Ecco la banca sta guadagnando un 4%.
Lo spread comprende anche il rischio, un po' come nelle assicurazioni, per tanto maggior rischio maggior spread...

Riferito ai titoli di stato italiani e tedeschi, si va a vedere lo spread perchè quelli tedeschi sono considerati sicuri, pienamente, maggiore è lo spread tra i nostri e i loro, maggior rischio è associato a quelli italiani. In genere i titoli di stato vengono considerati a rischio zero, ma , al momento ...io non ci giurerei...

Vendere, amigos, vendere...meglio tenerli sotto al materasso quei quattro spicci, tanto l'interesse non copre nemmeno l'inflazione!

Nicole ha detto...

A me pare che si viva un eterno scherzetto. Uno scherzetto che ci costerà caro molto caro.

Sara... ha detto...

Quanto disincanto nel tuo post.. e quanta tristezza!
Mi rendo conto che ai giorni odierni non è facile vivere e sopratutto sei circondato, Concedimi un parere, da persone che non hanno imparato nulla dal passato!
Domenica ero a Trieste e la piazza era piena di indignados.. Fin qua tutto bene, ma peccato che lo slogan era Heil Hitler, morte Berlusconi...

Sono sinceramente preoccupata per queste giovani menti con idee fortemente confuse dove le "grandi menti" ci sguazzano e portano la lor acqua dove vogliono loro!

Andrea ha detto...

TREAT per me!..che 'sti tricks m'hanno scassato le palle! (utile anche la spiegazione di Artemisia, sullo spread non ci capisco un beneamato neanche io!!)

Bl4cKCrOw ha detto...

@Artemisia1984
Wow!!! Grazie!!! Sei stata decisamente più efficace tu in poche righe che le informazioni chilometriche trovate in giro per il web! Gentilissima :)

@Nicole
Credo proprio che tu abbia ragione... E Halloween non si ferma al 31 ottobre...

@Sara
Non possiamo certo sapere dove ci porterà tutto questo. La crisi, Libia, Siria, Tunisia, Egitto, indignati qua e là... Aspettiamo, anche se la vita, per quanto sorprendente possa essere, alla fine risulta granché ripetitiva..

@Andrea
Treat!!! Buongustaio! Non so se ti accontenteranno sti burloni :)

Anonimo ha detto...

Buono, veramente buono. Meritevole di attenta rilettura questo post farebbe la sua figura sulla stampa di livello. complimenti.

Bl4cKCrOw ha detto...

Grazie a te, anonimo, per avermi letto...

Posta un commento

Lascia un pensiero

 
;