giovedì 11 aprile 2013

10 aprile

Mi hanno portato i sapori, gli odori e gli affetti della mia terra. Le mie radici la conoscono bene, un'argilla tanto dura quanto arida di sogni e speranze, ma sempre cara al mio cuore che mai se ne dimenticherà. Dammi tempo, tornerò. Maledetti per l'eternità tutti coloro che vanno via e ti rinnegano, vecchia terra; maledetti per l'eternità tutti quei figli che vissero per 9 mesi nei grembi delle proprie madri e appena nati li disprezzarono. Niente mi tratterrà lontano abbastanza da sentire la nostalgia graffiarmi l'animo, incatenato, strappato via per mano di una sorte che si maschera di fortuna malcelata, mentre il cuor si stringe. Dammi tempo, tornerò. Innamorato, per sempre, ma ho un amore ancor più forte dell'amante e vivo, fra due fuochi che mai smetteranno di ardere. 
Mi hanno portato i sapori, gli odori e gli affetti della mia terra. Li ho visti ripartire, con il sole in valigia e le lacrime agli occhi, mentre in silenzio digerivo, facendo mie le grandi felicità che mi erano state donate. E ricorderò sempre, annullando le distanze, le serenità di quei giorni, iniettandomi la vita nelle vene. Non c'è niente che non sia utile all'esperienza. Sto cercando di imparare a gioire dei problemi e delle delusioni che ammaestrano le virtù, piuttosto che abituarmi all'indifferenza di chi preferisce le soluzioni. Non c'è nient'altro che possa uccidere un uomo meglio dell'abitudine. Assassina ingrata e ammaliante sirena, ladra silenziosa di progresso e creatività, serpe il cui morso paralizza. Non c'è abitudine che non sfoci in noia, non c'è noia che non rallenti il fluire libero ed impetuoso di qualsiasi corso d'acqua. Senza pietà l'ho assaporata l'abitudine, l'ho sentita la noia, e annullano passioni, desideri, istinti, appetito ed affetti. E la vita si appiattisce, perché di nient'altro vuol essere fatta che di certezze, e le certezze di nient'altro sono fatte che di noia. E allora si riparte, da una mancanza per cercare la pienezza, che riporterà alla noia, che riporterà alla mancanza, che sarà pienezza che nient'altro farà se non piantare il seme della noia, e così per sempre, senza mai appagarsi. Ma non c'è male migliore per l'umanità che tende verso l'alto: la continua e incessante ricerca di se stessa. Dammi tempo, tornerò.

12 commenti:

enzorasi ha detto...

Io sono già tornato e se riattraverso lo stretto è solo per guardare l'isola da un'altra prospettiva. E scoprirla più bella.

Sileno ha detto...

"Tu proverai sì come sa di sale
lo pane altrui, e come è duro calle
lo scendere e ’l salir per l’altrui scale"

La dura vita dell'emigrante condita da tanta nostalgia.
Ciao un abbraccio

Andrea ha detto...

l'eterna insoddisfazione. Inquietudine e felicità a tratti. Solo in questo modo si scampa alla serenità. alla noia. Come siamo fatti male però...(dove sei finito? ti facevo in sicilia..e non solo gastronomicamente)

Bl4cKCrOw ha detto...

Ciao Enzo... Io adesso sto guardando la mia isola da una prospettiva diversa, quella della lontananza, che ancor di più me la fa apprezzare...

Bl4cKCrOw ha detto...

Grazie per i versi Sileno. Tanta nostalgia, hai ragione...
Ricambio l'abbraccio

Bl4cKCrOw ha detto...

Anch'io mi facevo in Sicilia... Sto a Modena adesso, anche gastronomicamente, ma devo dire che non si mangia poi così male... :)
A presto André

Funakoshi Gichin ha detto...

E noi siamo qui ad aspettarti

Bl4cKCrOw ha detto...

Vi voglio bene :)

serena domenici ha detto...

Che dirti...è così bello che lo prenderò in prestito.
Comprendo ciò che provi...

chicchina ha detto...

Che bello questo post,e che fortuna averlo casualmente trovato!
Lasciamo la terra delle origini spesso per necessità,e ci sentiamo realizzati,integrati,soddisfatti perchè il lavoro ci da sicurezza benesse tranquillità.
Ma continuiamo a sognare quel braccio di mare,liquido amniotico della nostra infanzia,
continuiamo stringere gli occhi immaginando il nostro sole abbagliante,continuiamo a cercare sapori e saperi che abbiamo creduto di poter dimenticare..
E torniamo sempre,di solito più ricchi ,di esperienze,più critici,ma sempre innamorati.

Bl4cKCrOw ha detto...

Ciao Chicchina e benvenuta! Sono felice che il caso ti abbia portato da queste parti e lo sono ancora di più se la consideri fortuna!
Innamorati? Sempre e per sempre, hai proprio ragione...
Spero di ritrovarti presto fra le pagine virtuali del blog... Saluti e piacere d'averti conosciuta :)

Bl4cKCrOw ha detto...

Prendi pure Zia... Grazie :)

Posta un commento

Lascia un pensiero

 
;